Cam On Eat: “Tradizione e tradimento” in compagnia del Maestro Iginio Massari

27 marzo 2015
Massari 9

Alla riscoperta dei territori attraverso il cibo, le tradizioni e gli ingredienti del passato, “traditi” perchè rivisitati in chiave moderna da tre grandi chef: Iginio Massari, Riccardo Camanini e Philippe Léveillé. Tutto questo è Cam On Eat! Si parte da Breno (Bs), dalla Valle Camonica e da un progetto, bello, appassionante e soprattutto ideato, sviluppato e portato avanti da un gruppo di giovani, che attraverso la ricerca storica e sul campo, il dialogo con le comunità e il recupero degli antichi riti, ha risvegliato uno sguardo nuovo sulla gastronomia locale, ricca di passato e di futuro! Il progetto promosso dal Distretto Culturale di Valle Camonica, con la collaborazione di vari enti tra cui la Comunità Montana e la Regione Lombardia ha aperto le porte, il 25 marzo, al primo dei tre show cooking di cui, protagonista eccellente è stato il Maestro Iginio Massari. Il più grande dei Pasticcieri italiani, il Maestro dei Maestri, conosciuto in tutto il mondo per la bontà dei suoi prodotti dolciari, bresciano di origine e titolare della famosa “Pasticceria Veneto” a Brescia, ha deliziato tutti noi con la preparazione di un intero menù dedicato ai dolci sapori delle antiche ricette della tradizione camuna, rivisitate dalle sapienti ed esperte mani del nome più prestigioso della pasticceria italiana. Una serata all’insegna della dolcezza, ma anche della simpatia perchè, a differenza di ciò che l’aspetto burbero e la ferrea disciplina professionale fanno pensare, il Maestro Massari è un uomo di sapienza infinita nel campo della chimica dolce, ma anche una persona di grande simpatia e generosità. Ha dispensato consigli e anedotti personali legati alla vita privata e alla cucina per tutta la durata dello show cooking ed è stato un onore e un immenso piacere vederlo all’opera con la naturalezza e la sicurezza di chi difficilmente cade in errore. In tentazione si! Per sua stessa ammissione è impossibile resistere alle tentazioni, soprattutto quelle culinarie, ma a domanda della sottoscritta ha risposto che “solo chi non è attento commette errori in pasticceria!” e a lui credo sia accaduto veramente una volta, per sbaglio, di non essere attento… Di sicuro è stato attentissimo a che l’esecuzione del menù fosse perfetta. La degustazione che è seguita alla preparazione “rivisitata” della Spongada o dei Biscotti con farina di schelt o del Bosolà al miele e delle Bamboline ha dato merito a chi ha curato questo progetto, ha fatto in modo che fosse realizzato ed ha attirato l’attenzione di tutta Italia su una realtà veramente ricca di tradizione e ingredienti da riscoprire e rigustare, compreso un ottimo passito dal profumo speziato “Il Sant” di Rocche dei Vignali, ottimo completamento alla serata. I prossimi appuntamenti sono per il 21 aprile a Ponte di Legno (Bs), data in cui ospite d’onore sarà lo chef stellato Riccardo Camanini e a seguire il 4 maggio con lo chef stellato Philippe Léveillé. “Came on Eat”!!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply