Chiffon cake al cioccolato

25 gennaio 2016
chiffon tot chiara

Soffice, alta, delicata e saporita, una goduria! Erano mesi che dicevo di voler fare la chiffon cake al ciocccolato e ogni volta che cercavo la ricetta su libri o internet non riuscivo mai a trovarne una che mi convincesse. La chiffon cake è una torta tanto semplice quanto complicata, mi spiego: è alta, molto alta, richiede una certa attenzione a fine cottura, perchè va capovolta e lasciata freddare a testa in giù, le dosi devono essere calibrate e perfette altrimenti collassa, ma poi quando la vedi sembra il ciambellone più banale del mondo. Guai a chiamarlo ciambellone però e guai a sottovalutarne la difficoltà e la buona riuscita. Nella realizzazione di questo dolce americano è fondamentale avere lo stampo adeguato, la ricetta giusta, la giusta attenzione nel farlo raffreddare e rispettare le giuste dosi per l’impasto. Detto ciò, mia figlia nei giorni scorsi, mi ha martellata con la richiesta di un dolce al cioccolato e dopo la prima, la seconda e la terza volta che me lo chiedeva, mi sono messa d’impegno e ho deciso di fare il dolce che sicuramente avrebbe reso felici tutti, mia figlia in primis: lo chiffon cake al cioccolato! Ho guardato sui miei libri di dolci americani, ho chiesto ad amiche fidate che lo avevano fatto prima di me, ma c’era sempre qualcosa che non mi convinceva: un ingrediente da sostituire (tipo il caffè) o una dose troppo piccola per il mio stampo e così ho deciso di adeguare le varie ricette e mixare un po’ di cose ed ho ottenuto un risultato strepitoso. Ottima chiffon cake al cioccolato con ganache di cioccolato fondente sopra e qualche chicco di melagrana che da un tocco di freschezza! A voi giudicare la bellezza del dolce, per la bontà vi consiglio di provare a farlo.

chiffon tot

Ingredienti per stampo da 26 cm:

Farina 00 260 g 
Cacao amaro 135 g
Uova 6
Zucchero
170 g  
Zucchero a velo
170 g
Acqua
250 ml
Olio di semi di arachidi (o girasole)
250 ml
Gocce di cioccolato
2 cucchiai colmi
Chicci di melagrana 
1 manciata
Lievito in polvere per dolci
1 bustina
Cremor tartaro
1 bustina

 

Ganache di cioccolato fondente:

Panna fresca 500 ml
Cioccolato fondente 70%
600 g

 

 

Procedimento:

Separare le uova utilizzando due ciotole, in una mettere i tuorli e nell’altra gli albumi. Nella ciotola con i tuorli aggiungere lo zucchero in cristalli e montare con le fruste fino ad ottenere una crema chiara, gonfia e spumosa. Versare l’olio di semi continuando a mescolare finchè non sarà ben incorporato. Setacciare la farina e il lievito e aggiungere alla crema di tuorli, continuando ad amalgamare. Aggiungere l’acqua a filo e per ultimo il cacao setacciato. Far prendere aria al composto mescolando sempre dal basso verso l’alto fino a che l’impasto non risulterà liscio ed omogeneo. Riprendere la ciotola con gli albumi e aggiungere il cremor tartaro. Montare i bianchi a neve e a metà dell’operazione aggiungere lo zucchero a velo fino ad ottenere una meringa compatta. Versare la meringa così ottenuta nella crema di uova, zucchero, farina e cacao, con un cucchiaio di legno e in tre tempi. Mescolare pian piano facendo attenzione a non smontare gli albumi, ma facendogli prendere aria, dal basso verso l’alto. Aggiungere le gocce di cioccolato e continuare a girare, piano, per distribuirli in tutto il composto.

Versare l’impasto nello stampo da chiffon cake (senza imburrarlo né infarinarlo!) e infornare, in forno già caldo, a 160° per 55 minuti. Trascorso questo tempo aumentare la temperatura del forno a 180° per altri 10 minuti.

Quando la torta è pronta è fondamentale non lasciarla nel forno, ma toglierla subito e capovolgerla. Molti stampi per chiffon cake sono dotati di piedini che servono a tenere la torta all’ingiù per il tempo necessario a farla freddare. Il mio stampo invece è sprovvisto di piedini ed io lo capovolgo su un bicchiere o sul collo di una bottiglia.

Questa fase è molto importante perchè permette al calore, sotto forma di vapore, di fuoriuscire dalla torta e di donarle quella sofficità e ariosità che altrimenti non avrebbe, perchè si appesantirebbe freddandosi su se stessa! Il tempo necessario a farla freddare è circa un’ora. A questo punto con un coltello a punta affilato staccare delicatamente la torta dal suo stampo e capovolgerla su un piatto da portata. Nel frattempo preparare la ganache seguendo le indicazioni che ho indicato qui e  versarla sopra la torta. Lasciar freddare qualche minuto e cospargere la parte alta con i chicchi di melagrana. La torta è pronta, unica raccomandazione: attenzione…potrebbe creare dipendenza!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply