Confettura di more, fragole e menta

20 giugno 2016
marmellata

Confettura o marmellata? Quante volte si confondono i due termini e non si usano in modo appropriato? Nel linguaggio comune le due parole le utilizziamo come sinonimi, ma in realtà si tratta di due prodotti ben distinti. La differenziazione è stata sancita addirittura dalla legge, per l’esattezza da una direttiva europea recepita dall’ordinamento italiano nel 1982.

La Comunità Europea nel 1979 infatti stabilì che è da considerarsi marmellata un prodotto fatto di zucchero e agrumi (arancia, mandarino, limone, cedro, bergamotto e pompelmo) in cui la percentuale di frutta sia almeno il 20%. La confettura invece è tale se è un prodotto contenente zucchero e polpa, o purea, di tutti gli altri tipi di frutta e in cui la percentuale di quest’ultima non può essere inferiore al 35% e sale al 45% nel caso della “confettura extra“.

C’è poi una terza categoria, la cui individuazione deriva dalla consuetudine e non dalle normative, che è la composta, in cui la percentuale di frutta non deve essere inferiore ai due terzi e lo zucchero aggiunto è davvero pochissimo.

pane e marmellata

Detto ciò e fatta luce sulla differenza tra confettura e marmellata è sempre un piacere immenso avere della frutta in casa in abbondanza e decidere di destinarne una parte a confettura. L’idea di poter continuare a mangiare nel tempo la frutta che ci piace, anche se in forma diversa, è un prolungamento del piacere di assaporarla fresca. Nel caso di questa confettura di more, fragole e menta la deliziosa bontà delle more, che non sempre è facile trovare al mercato e quindi di stagione, ma molto più spesso è facile trovare al supermercato e quindi di serra o importazione, unita alla dolcezza delle fragole e alla freschezza della menta è un gusto che colpisce per un insieme di sapori e profumi diversi. Da giugno e per tutto luglio le more sono in maturazione e sono davvero buonissime, così come le fragole, quindi approfittiamo per realizzare le conserve da assaporare tutto l’anno e riponiamole nei barattoli di vetro Weck con chiusura ermetica, che grazie alle guarnizioni e ai gancetti sono facili da usare, da pulire, ottimi per conservare e anche belli da vedere o regalare!

Ingredienti per 2 barattoli da 200 ml circa:Marm more menta vert

 

More 500 g
Fragole 500 g
Menta qualche foglia
Limone 1
Zucchero 
500 g

 

 

Procedimento:

Lavare delicatamente le more e le fragole, privandole del picciolo. Metterle in una pentola con il doppio fondo e aggiungere lo zucchero e il succo di un limone. Coprire e lasciarle macerare per una notte. Trascorso questo tempo mettere sul fuoco per circa un’ora. Nel frattempo che la confettura cuoce si potranno sanificare i barattoli immergendoli in una pentola di acqua bollente per 15/20 minuti.

La confettura sarà pronta quando, versandone una goccia su un piatto e inclinandolo, questa non colerà ma resterà compatta e omogenea. A questo punto aggiungere le foglie di menta lavate e asciugate e mescolare per qualche minuto. Versare la confettura all’interno dei barattoli e chiuderli con la guarnizione, il tappo di vetro e i gancetti di metallo. Capovolgere i vasetti e lasciarli raffreddare. La confettura si conserva per qualche mese, ma una volta aperta è importante tenerla in frigo e consumarla entro pochi giorni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Fabio 21 giugno 2016 at 18:49

    Noi le adoriamo! Insisto anche io sulla terminologia, mi sembra giusto.
    Vasetti carinissimi!
    Dai che mettiamo via un po’ d’estate per l’inverno che arriverà :-)

    • Reply peperossoincucina 21 giugno 2016 at 22:22

      Con la frutta estiva poi…è tutto più facile, c’è l’imbarazzo della scelta! 😉

    Leave a Reply