Crème brûlée al pistacchio

4 marzo 2016
creme brulee al pistacchio

Qualche volta cedere alla tentazione di mangiare un dolce è un modo per gratificarsi e per farsi del bene, magari perchè si ha voglia semplicemente di zuccheri o perchè è il momento di farsi una coccola. Io amo mangiare dolci, ma amo soprattutto farli perchè trovo gratificante anche solo la preparazione, che vivo come una sorta di astrazione mentale, mi concentro su quello che preparo, non penso ad altro e mi sazio vedendo che, unendo tanti ingredienti diversi, alla fine si ottiene un dolcissimo risultato, poi ovviamente c’è l’assaggio! Certo con i dolci non sempre è facile, anzi bisogna stare attenti a non fare errori, perchè altrimenti la chimica reagisce in modo sbagliato e il dolce non da un buon risultato, ma in questo caso sono andata sul sicuro, ho fatto una prova aggiungendo alla mia ricetta base della crème brûlée, una variante e mi sono deliziata del tanto atteso e ottimo risultato! La crème brûlée, cioè crema bruciata in francese, è un dolce formato da una base di crema cotta e da una sfoglia croccante di zucchero caramellato. La crema inglese utilizzata è a base di panna liquida anziché di latte e, a differenza della crema pasticcera, non contiene alcun tipo di amido. La prima ricetta documentata di crème brûlée risale a un libro di cucina francese del 1691, ma nonostante il nome, pare che sia d’origine inglese. E’ molto simile alla crema catalana, ma la principale differenza tra le due sta nel fatto che, mentre la prima viene preparata sul fornello, la crème brûlée va fatta cuocere in forno a bagnomaria. Inoltre nella preparazione della crema catalana non è previsto l’uso della panna, bensì del latte intero.

Se non avete mai provato la crema di pistacchio dolce vi invito a farlo perchè per chi ama il pistacchio è una vera goduria di sapore e dolcezza, io la mangio a cucchiai!

creme brulee al pistacchio pp

Ecco la mia ricetta modificata della crème brûlée al pistacchio.

Ingredienti per 6 cocotte:

Panna fresca 250 ml 
Tuorli 60 g 
Zucchero semolato
50 g
Crema dolce di pistacchi 
2 cucchiai
Zucchero di canna per la superficie
q.b.

Procedimento:

Scaldare la panna in un pentolino a fuoco basso finchè non si vedono le bolline piccole sui lati del bollitore. Spegnere il fuoco e far stemperare per 10-15 minuti.

A parte, in una ciotola e aiutandosi con una frusta, sbattere i tuorli con lo zucchero semolato, non c’è bisogno di montarli. Versare la panna calda sui tuorli, a filo, e mescolare velocemente affinchè non si rapprendano e non si formino grumi.

Ad operazione terminata aggiungere i due cucchiai di crema di pistacchio dolce, mescolare bene finchè il colore non diventa omogeneo e versare il composto nelle cocottine fino a mezzo centimetro dal bordo. Coprire con la carta argentata per non far bruscare troppo la parte superiore. Adagiare le cocotte in una teglia da forno con i bordi alti e riempirla di acqua tiepida fino a metà dei contenitori, facendo attenzione a non farla andare dentro. Cuocere a bagnomaria in forno a 180° per 40 minuti.

Lasciar raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno 3-4 ore. Prima di servire distribuire un cucchiaio di zucchero di canna su ogni cocottina e con il cannello caramellarlo finchè non si scurisce.

In alternativa, per chi non ha il cannello, si può accendere il grill al  massimo e mettere la creme brulee appena sotto per qualche minuto. Controllare in questo caso che lo zucchero non si bruci, il tempo di caramellatura dipende dalla potenza del grill e del forno.

Servire la creme brulee calda e “croccante” in superficie!

creme brulee al pistacchio 1

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Fabio 8 marzo 2016 at 15:48

    Io già la amo nella sua versione classica, per quel contrasto di consistenze e sapori. Ma questa al pistacchio deve essere davvero notevole!

    • Reply peperossoincucina 8 marzo 2016 at 17:19

      Confermo! Il sapore unico del pistacchio, la dolcezza della crema e la croccantezza dello zucchero ne fanno uno dei miei dolci preferiti e poi è così veloce da preparare che ogni momento è quello giusto. :-)

    Leave a Reply