Da oggi a Diamante il “Peperoncino festival”: il più piccante e coinvolgente del Mediterraneo

9 settembre 2015
logo festival-1

Diventato ormai un consueto appuntamento di fine estate che dura circa una settimana (quest’anno dal 9 al 13 settembre), stasera prende il via il “Peperoncino festival“: il più piccante e coinvolgente del Mediterraneo. Il festival, nato nel 1992 da un’idea del giornalista Enzo Monaco in occasione del cinquecentenario della scoperta dell’America, evento che ha dato inizio all’importazione in Europa di questa meravigliosa spezia piccante, si svolge ormai da ventitré anni a Diamante, in provincia di Cosenza, sulla costa dell’alto tirreno calabro.

 

Tutti pronti, dunque, a vivere cinque giornate dedicate a sua Maestà il Peperoncino in un mix variegato di gastronomia e cultura.

Di novità gastronomiche, di nuovi prodotti, di nuovi esperimenti si parla nelle Officine del gusto che si svolgono, tutti i giorni, nel centro DAC. I piatti piccanti e gli abbinamenti coi vini di Calabria sono i protagonisti al Teatro dei Ruderi di Cirella con “Peperoncino in palcoscenico”. Tutto il peperoncino del mondo viene presentato e gustato con “Mondopic” la fiera mondiale del peperoncino. Mentre nella palestra “Peperoncino master chef” si cimentano i giovani “chef piccanti”.

Punto di partenza sempre la gastronomia, seguita da convegni, tavole rotonde, mostre, cinema, satira, cabaret, spettacoli di strada, musica e folclore. Palcoscenico principale la strada, tutto rigorosamente senza biglietto d’ingresso, tutto ispirato al concetto di piccante dove tutti saranno protagonisti di cinque giornate di allegria, in perfetta armonia con la filosofia di Sua Maestà, che giunto dalle Americhe, ha subito familiarizzato con le classi sociali più deboli, tanto da meritare l’appellativo di “democratico” e “popolare”.

Per chi ha scelto di fare le vacanze a settembre è un’occasione perfetta per potersi rilassare la mattina in spiaggia o magari approfittare delle mille escursioni da fare in riviera o sul vicino Parco del Pollino, nel pomeriggio fare un giro tra i Murales nei vicoletti suggestivi del paese sorseggiando un aperitivo, per poi trascorrere la serata sul lungomare, nel centro storico e nella Villa comunale ascoltando musica, guardando film o divertendosi con il cabaret, ballando in strada con i gruppi folk, assaggiando i “menù afrodisiaci”, facendo un giro tra gli espositori di settore o partecipando a mostre e convegni. Insomma ce n’è per tutti!

murales donne in costume

Ogni anno sono presenti in città almeno cinque mostre d’arte di cui una è la mostra Peperoncini dal mondo curata da Massimo Biagi dell’Università di Pisa, un ricercatore che ai peperoncini ha dedicato tutta la vita. Tradizionalmente viene allestita sul lungomare sotto le palme di fronte al Municipio. D’obbligo ancora due mostre di fotografia. Una con i vincitori del Concorso nazionale “Rosso peperoncino” e una seconda dedicata a tematiche o fotografi emergenti. Inoltre ci sono sempre due mostre di satira e almeno una di pittura o scultura.

Tutto questo è il Peperoncino festival di Diamante, ma in questa cittadina bagnata dal Mar Tirreno con spiagge color oro e scogli appuntiti che diradano verso il mare, c’è tanto di più!

Diamante possiede una delle due uniche isole della Calabria, l’isola di Cirella, un piccolo isolotto dalla forma suggestiva e dalla flora selvaggia dove negli splendidi fondali regna la Posidonia argentata.

cirella e pianta grassa

 

Diamante è conosciuta non solo per il peperoncino e perché sede dell’Accademia del peperoncino, ma anche come città dei murales, numerosi dipinti fatti da artisti della città che si possono ammirare passeggiando per i vicoli della cittadina.

Diamante è famoso inoltre per essere il principale centro della “Riviera dei cedri“. Con il cedro infatti, uno dei prodotti tipici più apprezzati, si realizzano il liquore al cedro prodotto in modo artigianale e ottenuto tramite infusione della buccia e il cedro candito, ottenuto da un complesso procedimento di salamoia. Le foglie del cedro sono utilizzate anche per avvolgere piccoli acini di uvetta aromatizzata, conosciuti come “Panicilli“, legati con un giunco e infornati, che anche Gabriele D’annunzio definiva “un’autentica delizia“.

Chi di voi trascorrerà questa “settimana  piccante” a Diamante? Date un’occhiata al sito ufficiale dell’evento e alle proposte per soggiornare in hotel in mezza pensione a prezzi interessantissimi e buona vacanza!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply