Lasagna integrale con mortadella di Prato

12 giugno 2016
Lasagna front

Questa lasagna integrale con mortadella di Prato è la mia seconda proposta, salata, (quella dolce la trovate qui) per il foodcontest al quale partecipo in occasione di “EatPrato – 300 anni di vino e di gusto” evento promosso dal Comune di Prato, in collaborazione con Associazione Strada dei Vini di Carmignano e Sapori Tipici, che il 18 e 19 giugno p.v. vede la Città di Prato, il centro storico e i suoi artigiani del gusto, protagonisti di un week end all’insegna della valorizzazione del territorio, del cibo tipico della zona e dei prodotti unici che sono motivo di vanto per la cittadina toscana in Italia e nel mondo.

In occasione di questa importante manifestazione sono stata invitata a realizzare una ricetta con uno o più prodotti di qualità, in rappresentanza di alcuni tra gli “artigiani del gusto” di Prato: i cantucci del biscottificio Mattei, il Vermouth di Prato, la farina integrale macinata a pietra e la farina “0” del Molino Bardazzi, il Barco Reale di Carmignano e la mortadella di Prato.

Per questa ricetta salata dedicata ad Eat Prato ho pensato ad un classico della pasta fresca italiana, la lasagna, ma proposta in versione integrale con un sugo sfumato al Barco Reale di Carmignano e con la Mortadella di Prato, che essendo un salume cotto si è prestato per questa preparazione, più dei salumi stagionati, ed ha conferito al sugo un sapore davvero unico e particolare, tipico di questa mortadella, che nulla ha a che fare con la “cugina” di Bologna.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La farina che ho usato per la sfoglia è quella integrale “Gran Prato” macinata a pietra del Molino Bardazzi che mi è piaciuta moltissimo per la consistenza e per come ha reso durante la lavorazione, ma soprattutto nella cottura, perchè è rimasta morbida, ma consistente. Non è una ricetta che si prepara in pochissimo tempo, ma non è neanche difficile e il risultato, dovuto sicuramente anche alle eccellenze dei prodotti usati, è un tripudio di gusti veri, tradizionali e che non si dimentica.

Vi do la ricetta per realizzare questa lasagna integrale con ragù di Mortadella di Prato e vi invito a seguirmi sui canali social (facebook, twitter e instagram) perchè il 17 e 18 Giugno prossimi sarò nella cittadina toscana per la manifestazione #EatPrato.

Ingredienti per 6 persone:

Farina integrale “Gran Prato” macinata a pietra del Molino Bardazzi 500 g
Mortadella di Prato 4 fette spesse 1 cmLasagna vert
Cipolla 1 piccola 
Sedano 1 
Carota
1
Uova
2
Acqua
1 bicchiere 
Barco Reale di Carmignano
1/2 bicchiere
Passata di pomodoro
500 ml
Parmigiano
grattugiato (facoltativo)
Olio Extra Vergine di Oliva
1 cucchiaio 
Mozzarelle
2
Besciamella
q.b.
Sale
q.b.

Procedimento:

La realizzazione di questo piatto richiede una doppia preparazione: la prima per la sfoglia della lasagna e la seconda per il sugo con l’aggiunta della Mortadella di Prato. Conviene iniziare da quest’ultimo, che mentre cuocerà tranquillamente sul fuoco, permetterà di procedere con l’impasto e dare vita alla sfoglia integrale.

Su un tagliere sminuzzare gli odori e soffriggerli in una pentola larga con il doppio fondo insieme ad un cucchiaio di olio extra vergine. Nel frattempo ricavare dalle fette di mortadella di Prato tanti quadratini e metterli da parte. Una metà dei quadratini versarli subito e dopo un minuto sfumare con il Barco di Carmignano. Aggiungere la passata di pomodoro e mescolare con delicatezza. Lasciare andare a fuoco medio/basso per circa un’ora. Se necessario aggiungere un bicchiere di acqua calda durante la cottura.

Mentre in casa si diffonde il profumo del sugo che borbotta in pentola e della mortadella di Prato, su una spianatoia versare la farina integrale e fare un buco al centro dove versare le due uova e il sale. Iniziare ad impastare e aggiungere piano piano l’acqua, quanta ne assorbe, senza esagerare facendo attenzione che l’impasto sia sodo e non appiccicoso, ma neanche duro da risultare difficile da lavorare. Spingere molto con i polsi e con le mani e quando l’impasto sarà omogeneo, non si appiccicherà più e si riuscirà a formare una palla compatta, si potrà lasciar riposare per una mezz’ora coperto con un canovaccio.

Intanto preparare la besciamella secondo la vostra ricetta, la mia la trovate qui.

Trascorso il tempo di riposo, dividere l’impasto in più parti e con un matterello iniziare a stenderli uno alla volta dello spessore giusto per poterli “sfogliare” con la macchina per la pasta. La prima volta posizionando i rulli più larghi, poi man mano riducendo sempre di più lo spessore. Dalle sfoglie lunghe, con un coltello affilato, ricavare tanti rettangoli tutti della stessa dimensione e lasciarli asciugare su una tovaglia pulita. Quando il sugo sarà pronto e le sfoglie tutte preparate, portare ad ebollizione una pentola di acqua, versare le sfoglie di pasta fresca, non tutte insieme, e lessarle per un minuto. Farle freddare su un canovaccio pulito e comporre la lasagna.

Iniziare con un cucchiaio di sugo sul fondo della pirofila, posizionare una o più sfoglie integrali e poi versare altro ragù, una manciata di quadrotti di mortadella di Prato, la mozzarella a pezzetti, il parmigiano grattugiato e la besciamella. Continuare alternando gli strati fino ad arrivare al bordo della pirofila.

Infornare a 180 °C per 20-25 minuti, se la parte superiore dovesse bruscarsi troppo continuare la cottura con un foglio di stagnola a coprire.

Servire calda, ma sarà buona anche fredda e ancora di più il giorno dopo.

Lasagna tot

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply clibi 30 giugno 2016 at 16:29

    Veramente insolita, ma sicuramente gustosissima :)

    • Reply peperossoincucina 30 giugno 2016 at 17:01

      Si è vero, un po’ insolita come lasagna, è una ricetta che ho provato a fare in occasione di un contest, utilizzando i prodotti tipici di Prato. La mortadella di Prato è diversa dalla mortadella di Bologna ed essendo un salume cotto si è prestata di più ad essere “cucinata”. Se ti capita di provare questa la ricetta fammi sapere, io amo molto i sapori decisi e questa lasagna è davvero saporita e gustosa. Grazie di essere passata. :-)

    Leave a Reply