Gnocchi acqua e farina

6 febbraio 2013
gnocchetti primo piano

Quanti bei ricordi, quanti buoni sapori, quei sapori che difficilmente si scordano! La pasta fatta in casa è uno di questi, ha accompagnato le domeniche della mia infanzia, dei miei pranzi in famiglia e delle occasioni speciali. Mia nonna Pina era bravissima e velocissima ad impastare, stendere, realizzare e mettere in tavola qualsiasi tipo di pasta fatta con farina, uovo o acqua, con o senza ripieno, stesa rigorosamente a mano e condita con il sugo di carne! Il suo repertorio spaziava dagli “gnocchetti” di acqua e farina, ai maccheroni “a ferretto” con l’uovo, passando per le tagliatelle o tagliolini o “lagane” (ancora più sottili), per finire ai ravioli con il ripieno di carne, ricotta e salsiccia stagionata, ovviamente fatta anche questa da lei. Che spettacolo che era la mia nonnina, la guardavo spesso impastare sulla tavola di legno, spingere con i polsi centinaia di volte per rendere l’impasto liscio e omogeneo. Quando sono andata a vivere da sola, e ho provato le prime volte a fare anch’io la pasta in casa, mi sono ricordata per filo e per segno tutti i passaggi e i movimenti che per anni avevo visto fare a nonna e a mamma, ma chissà perché, il risultato si avvicina moltissimo, ma non è mai uguale al loro! Comunque è l’impegno che conta e soprattutto la continuità, l’esperienza, perché più volte si fanno le cose e più ci si prende confidenza. Oggi, nonostante il poco tempo a disposizione, quando posso, faccio gli gnocchi acqua e farina (che sono i più veloci!) e siccome li faccio con il metodo di nonna Pina, me ne vengono sempre un po’ in più e approfitto per congelarli e ritrovarmeli per un’altra occasione. Li sistemo su un vassoio da pasticceria e li metto nel congelatore per qualche ora. Una volta induriti, li passo in un sacchetto da freezer e il gioco è fatto! A volte è più semplice di quello che sembra, basta provare…provare…provare!

Ingredienti:gnocchetti1

Farina 00 100 gr a persona
Acqua q.b.
Sale q. b.

Preparazione:

Versare la farina sulla spianatoia formando un vulcano con un buco al centro e versare pian piano l’acqua amalgamandola  alla farina. Continuare a versare e mischiare finchè non si forma una palla uniforme. Iniziare ad impastare con tutte e due le mani, facendo forza sui polsi per rendre tale impasto il più possibile omogeneo e liscio. Quando la consistenza è tale che la pasta non si appiccica alle dita e resta compatta, lasciarla riposare per una decina di minuti. Per realizzare gli gnocchetti è necessario lavorare l’impasto allungandolo con i polsi sulla spianatoia fino  a formare un serpentello il più sottile possibile, da attorcigliare in due tre file. Dopo aver tagliato le curve che se ne creano, in modo da avere tre – quattro serpentelli più piccoli, tagliare pezzetti di pasta di un dito di larghezza al massimo e con il dito pollice scavarli all’interno e metterli su un lato della spianatoia infarinato. Procedere fino a finire l’impasto continuando sempre ad infarinare gli gnocchi già pronti. Cuocere in acqua bollente salata per 10/15 minuti. Condire con un sugo a piacere.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply