L’acqua fa male…beviamo fiumi di Antani e Tapioco!

27 giugno 2015
tapioco Ugo

Esco da un teatro in centro a Roma, sorrido e mi sento pervasa da un senso di benessere, da un flusso positivo che mi ha colpito e mi accompagna già da una settimana! Partito da Piazza di Spagna, questo fiume di entusiasmo si è insinuato tra i vicoli della città, tra le case e il vociare della gente e, scivolando pian piano, bicchiere dopo bicchiere, tra il Tevere e i sampietrini è arrivato fino al cuore di Trastevere.

E’ così che giovedì sera, al Douze, in una originale location in pieno centro a Roma, si sono mescolati alla perfezione teatro, risate e gusto, con intensi momenti di spettacolo dedicati alla lettura di alcuni brani dell’Abbuffone. Questi racconti intrisi di realtà e immaginazione, raccolti nel primo libro gastroletterario di Ugo Tognazzi – in cui ricordi di gioventù e del suo lavoro di attore, sono combinati con ricette di famiglia e invenzioni ai fornelli – ce li hanno fatti rivivere, in un clima familiare e conviviale, Gianmarco Tognazzi e Marco Paparella, accompagnati alla chitarra da Cris Toscano, con il prezioso sostegno di Alessandro Capria e Simona Patitucci. Le ricette e le storie hanno preso vita sul palco e nella degustazione, riproposte dalla chef de La Tognazza, che ha selezionato e rivisitato alcuni piatti filo conduttore della serata, il tutto sorseggiando bicchieri di bianco Tapioco e di rosso Antani.

Si è conclusa così la settimana dedicata alla presentazione del Tapioco 2014, il vino bianco new entry tra le etichette de La Tognazza Amata, che lo stesso Ugo definiva “il vanto della sua vigna”. Il programma della settimana del Tapioco, scandito da eventi tra Roma e Velletri, si è snodato in incontri e degustazioni tra ristoranti, enoteche e punti vendita in cui il gusto e l’arte si sono fusi alla perfezione.

La serata iniziale era stata il 17 giugno al ristorante “Dillà”, piacevole scoperta al centro di Roma, poi proseguita a “La Buvette”, storica caffetteria appena dietro l’angolo, totalmente ristrutturata nel perfetto stile delle antiche stazioni ferroviarie francesi dei primi del ‘900. Due locali accoglienti, ben arredati e curati nei dettagli e un unico chef, Andrea Misseri, che aveva proposto tre abbinamenti con i tre vini de La Tognazza Amata. Per iniziare era stato servito il bianco e fresco Tapioco 2014 utilizzato anche durante lo show cooking per condire una ceviche di ricciola, passion fruit, lime e coriandolo. Il secondo vino, rosso, era stato l’ Antani Merlot servito con un tagliere di salumi e formaggi, sempre a marchio Tognazza. Il terzo vino, l’ Antani Syrah, aveva accompagnato una ricetta di Ugo, “le orecchiette al pomomascarpone e cacioricotta“, leggermente rivisitata dallo chef, che aveva sostituito l’originale peperoncino con la ‘nduja e che io, da brava calabrese, ho molto gradito, perchè il mascarpone era riuscito a lenire la forza della ‘nduja senza farle perdere sapore. Un applauso allo chef Misseri!

Il sabato 20, a Velletri, altra serata dedicata ad un revival di Amici Miei e alla Supercazzola, con Gianmarco in veste di padrone di casa e in compagnia dell’amico-attore Marco Paparella, interprete di brani estratti da alcune memorie di Ugo Tognazzi sul set e di una serie di aneddoti di cui erano stati protagonisti i famosi amici scalmanati e giocherelloni.

Insomma una settimana intensa, costellata di eventi, di appuntamenti e di occasioni per passare insieme momenti spensierati e ricchi di gusto e se per ora, insieme alla settimana del Tapioco, sono terminate anche le promozioni legate a questo vino, cosa ci riserverà La Tognazza Amata per i prossimi mesi? Sicuramente tante altre cose belle e soprattutto buone, quindi…non ci resta che continuare a seguirli sul sito, in teatro e in giro per la città!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply