Naked cake panna e fragole

5 giugno 2014
naked cake fragole e panna 1

Dopo la torta “nuda” con cioccolato e amarene, crema di nocciole e crema al cioccolato è la volta della versione light: panna e fragole! Ovviamente in questo caso anche il pan di spagna è quello classico e soffice, addolcito dalla panna e da un frutto rosso: le fragole, che non modifica il risultato anzi aumenta il numero dei consensi.

Ingredienti per 4 mini naked cake:naked cake fragole e panna

Pan di spagna

Farina 350 gr
Uova 6
Zucchero 180 gr

Farcitura

Fragole 250 gr
Panna fresca da montare 250 ml

 

Preparazione:

Sbattere a lungo, almeno 15 minuti con le fruste, le uova e lo zucchero finché diventano una massa gonfia, ben spumosa e di colore chiaro.
Se, sollevando le fruste e lasciando cadere un po’ di composto, l’impasto “scrive”, allora vuol dire che è montato a sufficienza. Aggiungere la farina setacciata continuando a mescolare dal basso verso l’alto, facendo amalgamare bene il tutto con attenzione affinchè non si formino grumi. Versare al centro dello stampo rettangolare imburrato e infarinato, livellare bene il composto dando qualche colpetto con la teglia e infornare a 150° – in forno già caldo – per circa 40 minuti.

Quando il dolce si sarà freddato procedere come per la naked cake al cioccolato, alternando strati di pan di spagna a panna e fragole tagliati a pezzettini. Guarnire con fragole piccole intere e/o cioccolato fuso.

Suggerimenti:

Per una perfetta riuscita di questo dolce il segreto è la lunga lavorazione di uova e zucchero. E’ questa la fase, infatti, in cui viene incorporata l’aria necessaria perché il dolce diventi soffice e spugnoso, anche senza l’utilizzo di lievito, comodo per abbreviare i tempi di lavorazione ma che lascia spesso un retrogusto un po’ sgradevole. Uova e zucchero andrebbero montati sempre per non meno di venti minuti e con un buon frullatore o planetaria finché il composto diventa gonfio e di un bel colore giallo chiaro. Un’altra fase delicata della preparazione è l’aggiunta della farina che deve essere fatta scendere da un setaccio – in modo da sciogliere i grumi eventualmente presenti nella farina – con molta delicatezza, mescolando dal basso verso l’alto per non  smontare il composto di uova e zucchero.
Durante la cottura il forno non va mai aperto, pena lo sgonfiarsi del pan di spagna. Prima di sfornare la torta, se i bordi del dolce appaiono ben staccati dai bordi dello stampo è necessario verificare il grado di cottura con uno stecchino infilato al centro della torta: deve venirne fuori asciutto, senza la minima traccia di pasta cruda.
E’ buona norma, infine, non tirare fuori immediatamente la torta, ma lasciarla nel forno spento una decina di minuti in modo da farla raffreddare gradatamente. Trascorso questo tempo, sfilarla dallo stampo e metterla a freddare su una gratella. Da fredda poi sarà più facile tagliarla senza che si sfaldi.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply