Olio Capitale 2016: l’olio EVO in mostra a Trieste.

10 marzo 2016
Stazione Marittima

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio (ANCO) da quando è stata fondata nel 1994 ad oggi ha sempre svolto un ruolo determinante nell’aiutare le piccole e medie realtà olivicole italiane a farsi conoscere dal grande pubblico ed è diventata punto di riferimento per l’apprezzamento dell’olio extravergine di oliva, in Italia e all’estero, dando conferma del ruolo dell’Italia quale bacino di prodotti di alta qualità. Città dell’olio dà spazio alle tante e diverse cultivar che ci sono nel nostro paese e che caratterizzano ciascuna regione e ciascun olio, attraverso una approfondita comprensione delle dinamiche produttive e il continuo confronto tra le diverse realtà italiane. E’ una missione importante per l’ANCO, per non far perdere le peculiarità e le tipicità che solo un paese con una conformazione così particolare come l’Italia può avere. L’olio di oliva è uno degli alimenti protagonista della cucina italiana, e ormai di tutto il mondo, ha proprietà salutari di cui si parla continuamente e allo stesso tempo raccoglie intorno a sé molteplici iniziative di cui la stessa Associazione si fa portavoce.

Stand 3

Tra le iniziative che durano ormai da anni e alle quali l’ANCO partecipa attivamente c’è Olio Capitaleche si è appena conclusa a Trieste ed è giunta quest’anno alla sua decima edizione. Si è svolta dal 5 all’ 8 marzo scorsi nelle prestigiose sale della Stazione Marittima ed è la più importante fiera specializzata, interamente dedicata alle migliori produzioni di olio extravergine d’oliva con produttori prevalentemente italiani, ma anche provenienti da Grecia e Croazia.

Questa decima edizione si è aperta con l’inaugurazione ufficiale da parte del Presidente delle Città dell’Olio Enrico Lupi ed ha visto la partecipazione di esponenti del Governo e del Parlamento, interessati alla crescita della qualità e della produzione dell’olio di oliva italiano. L’On. Colomba Mongiello si è fatta portavoce dell’Associazione Città dell’Olio per il riconoscimento della personalità giuridica della stessa in modo da ampliarne il raggio di azione. Secondo l’onorevole del PD l’olio Extra Vergine Italiano è già sinonimo di qualità, ma è necessario produrre di più ed educare le nuove generazioni a consumare meglio e coltivare meglio, anche con l’aiuto della ricerca. Il Viceministro Andrea Olivero, nel suo intervento, ha lodato il lavoro svolto dall’ANCO e, dopo aver elogiato la qualità dell’olio italiano, ha detto di puntare alla valorizzazione e alla crescita della produzione nazionale, anche attraverso la conservazione del territorio e del paesaggio che sono una grande ricchezza per l’Italia. La grande sfida, per il Viceministro alle Politiche Agricole, è la riconoscibilità del prodotto italiano e su questo bisogna lavorare come sulla formazione dei cittadini consumatori, affinchè siano i primi ad esigere il meglio dai produttori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grandi consensi e stima ha ricevuto anche la Presidente dell’Associazione Italiana Food Blogger Anna Maria Pellegrino, intervenuta in occasione dell’apertura dei lavori, che nel suo discorso ha sottolineato come i foodblogger associati Aifb siano molto preparati e siano proiettati costantemente, con l’aiuto dell’associazione, verso la formazione. La divulgazione di contenuti su internet e la possibilità di influenzare fortemente i consumatori è una responsabilità ed è sempre più importante parlare di cibo e non di “food”, di prodotti e di territori in termini di cultura e di rispetto: il cibo è cultura. La Pellegrino ha anche sottolineato come il progetto del Calendario del cibo italiano, partito il 1° gennaio 2016 e curato dai soci Aifb, sia nato proprio per divulgare il nostro vasto patrimonio culinario e sia considerato dall’associazione un momento per fare cultura del cibo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grazie alla collaborazione tra l’Associazione Nazionale Città dell’Olio e Aifb (Associazione Italiana Food Blogger) è stato possibile partecipare attivamente alla manifestazione fieristica di Trieste, poter conoscere direttamente i produttori ed entrare in contatto con le diverse realtà delle regioni italiane e delle singole zone di produzione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Approfondire ed imparare a conoscere, e riconoscere, le caratteristiche dell’olio seguendo i mini corsi d’assaggio tenuti da esperti del settore per imparare ad assaporare e scegliere un buon olio. Il primo corso tenuto da Duccio Morozzo della Rocca, direttore della Olive Bureau ed il secondo corso a cura di Marco Oreggia, giornalista e curatore della guida Flos Oil.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Infine, con dimostrazioni e assaggi nella Scuola di Cucina di Olio Capitaleimparare da grandi chef, alcuni stellati, il corretto abbinamento olio/pietanza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sabato 5 marzo è stata la volta di Sandro Besotto, chef del ristorante “Tre merli” di Trieste, che ha proposto un risotto nero con tartare di seppia marinata e pomodori confit,

Questo slideshow richiede JavaScript.

seguita dall’assaggio di due cioccolatini all’olio extravergine di oliva proposti e realizzati dai maitre chocolatier Giuseppe FaggiottoMatteo Rossi, alla guida del Caffè degli Specchi di Trieste.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domenica 6 marzo invece, nella Cucina di Olio Capitale, lo chef stellato Emanuele Scarello del ristorante “Agli amici” (2 stelle Michelin) di Godia – Udine ha preparato ben due piatti: una zuppa d’olio extravergine, erbe di primavera e mou d’uovo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E come secondo piatto, un dolce preparato a quattro mani con la giovane pasticciera Martina, composto da un gelato d’olio d’oliva, cake di cioccolato e frutti di bosco all’aceto balsamico. Il dolce era accompagnato da un freschissimo e ottimo moscato rosa dell’Alto Adige.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ stata veramente una bella occasione di studio, di approfondimento e di formazione che grazie all’Aifb è sempre interessante e mai banale.

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Polpette Con Sorpresa | Pepe Rosso In Cucina 16 marzo 2016 at 9:32

    […] durante il week end ad Olio Capitale (se volete sapere di più sulla Fiera dell’olio leggete qui) e in valigia non avevo veramente più posto. Insomma, ancor prima di sfogliare il giornale e […]

  • Leave a Reply